Archivio per la categoria ‘Notizie e politica’

Luci ed ombre del condominio Rebibbia
di Luigi Germano Sinnos Editrice

Viaggio senza ritorno
Sono Luigi, da molti anni ospite di Rebibbia, ove all’interno di un granitico agglomerato, giostrano vari istituti penitenziari. Attraverso queste mura enormi, percepisco le voci del mondo che tuttavia mi arrivano attutite: qui non c’è segno di giubilo, il bailamme vacanziero non ha ragione di esistere e le stagioni hanno una loro prerogativa monotona: il caldo, il freddo, il Natale, il Ferragosto.
Trascorro il mio tempo ancorato a vecchi e nuovi ricordi, mille avventure carcerarie affollano la mia mente impregnata di caldo e di nuovi umori sudaticci.
Una mattina, qualche tempo fa, nell’ampio giardino dove trascorrevo le mie ore incolori, vidi a terra un minuscolo volatile; lo raccolsi con amore: era un piccolo falco. Divisi con lui la mia cella. La sua presenza, a poco a poco, divenne un fatto importante, lo chiamai Lucariello.
Di giorno, nel grande passeggio, volteggiava alto, libero di superare gli enormi muri; ma stranamente e contro ogni logica planava sempre sulla mia spalla. Rientrava dopo aver volato libero attraverso gli spazi del cielo.
Lucariello ampliò i suoi viaggi, le sortite duravano più a lungo. Gli unici momenti di grande gioia erano gli istanti in cui pelluccava di tutto, piccole lucertoline, pochi pezzetti di carne e piccoli insetti. Ma il falco divenne predatore e non fu più possibile tenerlo in cella.
Una mattina all’aria lo tenevo come sempre sulla mia spalla; un piccolo movimento scomposto, un soffio sulla piccola nuca quasi a volergli parlare, poi volò via.
Non è più tornato, ma come nelle favole ho sempre aspettato il fruscio del suo ritorno.
Ora, posseggo una grande voliera con molti passeri, diamantini, canarini, pappagallini. Sono tutti miei amici, riconoscono il mio passo ed a sera rientrano tutti per il riposo notturno.
Ma nessuno di loro ha preso il posto di Lucariello, il piccolo falco che fattosi uomo ha scelto di ritornare libero negli spazi.
Ho molta nostalgia di Lucariello. Ma forse è giusto così.

Annunci

illegittimiTagliScuola

https://docs.google.com/document/d/1Sz0vCCwNfHAfZuQZNtTYT8iEMaYjH2neuIZvriLJwok/edit?hl=en#

Di seguito il comunicato del Ministero dell’Interno

Pubblicati nella Gazzetta ufficiale del 4 aprile 2011 i decreti presidenziali che indicono i referendum popolari i cui comizi elettorali sono convocati per il giorno di domenica 12 giugno 2011, con prosecuzione delle operazioni di votazione nel giorno di lunedì 13 giugno 2011.

Le denominazioni sintetiche, formulate dall’Ufficio centrale per il referendum costituito presso la Corte Suprema di Cassazione, in relazione a ciascuno dei quattro quesiti referendari dichiarati ammissibili:

  • a) referendum popolare n. 1
    Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica. Abrogazione;
  • b) referendum popolare n. 2
    Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma;
  • c) referendum popolare n. 3
    Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme;
  • d) referendum popolare n. 4
    Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.

http://www.ottofilmaker.eu/index.htm

 

In this website there are many reportages about life of italian people.

I discovered ottofillmaker, when Marco Santarelli workt with a customer of my father.

It’s very interesting.

Modulo Invalsi, a che serve?

Pubblicato: 22 febbraio 2011 in Notizie e politica

Scusate il disturbo, ma solo oggi ho letto il modulo di “valutazione” INVALSI.

Non so voi ma io non ho capito come tale modulo possa essere utile:

Per stimare il valore aggiunto prodotto da una istituzione scolastica e le cause del successo/insuccesso dei suoi studenti...”

A parte che i termini successo/insuccesso li vedo lontani dal concetto di crescita costruita sugli interessi naturali del bambino, della scuola montessori, ma credo che neanche il metodo tradizionale giudichi i bambini come si valutano le mucche, in base al latte che producono.

Scusate lo sfogo, ma io mi rifiuto di compilare un modulo inutile.

Leggetelo qui

Strumenti ‹ Valeria 76 di Roma — WordPress.

Si torna alle mammane??

Messaggio  Admin il Sab Set 11, 2010 3:31 pm

Olimpia Tarzia, consigliere PDL della Regione Lazio (e fondatrice del movimento dei “pro-life”) è forse riuscita nell’intento che la pervade dal 2003: trasformare i consultori – la cui utilità sociale è nota a tutti – in organizzazioni (private) per la salvaguardia della famiglia, svalutando una volta di più il ruolo della donna (ed infischiandosene della legge 194…). Privatizzazione scellerata e gestione lasciata al Movimento pro-life – in pieno conflitto di interessi, ma questo non è certo un problema per l’Italia – sono i punti cardine della proposta n° 21 del 26 maggio 2010 presentata alla Regione Lazio (e controfirmata da una manciata di esponenti PD e IdV). Proposta che rappresenta uno degli ormai infiniti tentativi di distruzione dei diritti sociali di cui ci siamo dotati negli anni ’70, periodo storico ricordato purtroppo troppo spesso solo per i terrorismi che ne pervasero i giorni…

http://senorbabylon.blogspot.com/2010/09/talebanismi-allamatriciana-giu-le-mani.html

Ma tra i firmatari, oltre agli esponenti del centrodestra, ci sono anche quei quattro del Pd, di provenienza cattolico democratica. Sono Bruno Astorre, vicepresidente del Consiglio regionale, Claudio Moscardelli, Francesco Scalia e Mario Mei.

http://www.radicali.it/rassegna-stampa/chi-fa-paura-piano-prolife-di-olimpia-tarzia-sostenuto-da-quattro-piccoli-indiani-de

La proposta di legge regionale presentata lo scorso 26 maggio da Olimpia Tarzia – e sottoscritta da altri 40 consiglieri, anche dell’opposizione – ridefinisce il ruolo dei Consultori Familiari come istituzioni vocate a sostenere e promuovere la famiglia ed i valori etici di cui è essa portatrice e che trovano solenne riconoscimento nella Carta Costituzionale e nella Legge Regionale 32/01 del Lazio.
Particolare attenzione è dedicata alla tutela sociale della maternità e all’azione preventiva dell’aborto da attuarsi anche attraverso un concreto aiuto alle maternità difficili.

http://it-it.facebook.com/group.php?gid=138732022820161


Admin
Admin
Messaggi: 19
Data d’iscrizione: 11.04.10
Vedere il profilo dell'utente Inviare un messaggio privato Inviare un messaggio email http://vassoiofreddo.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso